Happy&Light Hour: Chips di melanzane ed involtini di pinzimonio

foto_eventi
Piacere, sono il sig. Sale Iodato!
20 luglio 2015
featness-essiccatore-chips-melanzane
L’essiccatore: 3 buoni motivi per utilizzarlo
24 luglio 2015
Show all

Happy&Light Hour: Chips di melanzane ed involtini di pinzimonio

featness-involtini-pinzimonio

In questo post vi lascio un paio di ideuzze per preparare un aperitivo leggero e salutare (lo so, lo so, fa strano associare questi aggettivi al termine aperitivo, che solitamente designa il momento in cui la patatina fritta regna sovrana)!

Un’idea già ve l’avevo data qua; oggi arricchiamo questa sezione dedicata all’Happy&Light Hour con due ricettine verdurose, con un bassissimo apporto di calorie e semplicissime da fare!

Iniziamo dalla mia sfizioseria preferita: le chips di verdure!

In passato le facevo con il forno: risultavano buone e croccanti, ma l’inconveniente erano i tempi di cottura un po’ lunghi (almeno 45 minuti), con conseguente rischio di morte per ipertermia in estate.. Poi in casa è arrivato un graditissimo ospite che mi ha consentito di ovviare a questo problema e con cui ho iniziato ad esplorare il magico mondo della cucina raw: l’essiccatore.

Forse non sono la persona più adatta a dare consigli per gli acquisti, dal momento che ho un debole per tutto cio’ che può rendere più comoda, veloce o semplicemente divertente la mia permanenza in cucina: dalle forbici tagliapizza al maglioncino di lana per la tazza (no, dico, e di questo ne vogliamo parlare?), tutte queste quisquillerie sono in grado di strapparmi commenti entusiasti ed occhi a cuoricino.

Ma, vista la cucina piccina picciò, mi è stato imposto di fare un’accurata selezione degli oggetti da utilizzare, scelti non più in base alla simpatia ma all’ effettiva utilità…e l’essiccatore è rientrato tra questi!

E voi direte: e che ci fai con l’essiccatore?

Dei vantaggi e di tutte le preparazioni incredibili che si possono preparare con questo, ve ne parlerò bene in uno dei prossimi post; oggi mi limito a spiegarvi come lo utilizzo per produrre le chips di melanzane, una valida e molto più sana alternativa alle unte e bisunte chips di patata in sacchetto .

Chips di melanzane RAW

chips di melanzane

La ricetta è di una banalità disarmante: prendete un paio di melanzane, tagliatele a fettine sottili (magari aiutandovi con la mandolina) e cospargetele con un trito di aglio e aromi (origano, basilico , erba cipollina…sbizzarritevi con le aromatiche che più amate).

Salatele (poco e rigorosamente con sale iodato, come ci consiglia qui la nostra nutrizionista, Ornella).

Disponetele nei cestelli dell’essiccatore, senza sovrapporle. Avviate l’essiccatore; i tempi di cottura variano a seconda dell’attrezzo e del programma che utilizzate; io le ho lasciate tutta la notte (9 ore) a 40°.

Se non avete l’essiccatore, potete cuocerle nel forno a 130° per 45 minuti (tenetele comunque controllate, perché il tempo varia a seconda dello spessore delle verdure e della potenza del forno); ovviamente in questo caso le chips che otterrete non potranno dirsi raw, visto che le preparazioni crudiste non contemplano il superamento della soglia dei 42°.

Semplice no? Lo so, lo so, ciò che infastidisce sono i tempi di cottura un po’ lunghi dell’essiccatore; che però sono compensati dalla velocità e dalla semplicità di preparazione…basterà “sprecare” due minuti la sera prima per affettare le melanzane e metterle nell’essiccatore e il giorno dopo avrete pronte le vostre sanissime e leggerissime chips, che potrete sgranocchiare a volontà per l’aperitivo.

Ed ora passiamo all’altra ricetta per arricchire il vostro Happy&Light Hour: gli involtini di pinzimonio…ovvero un modo per presentare in maniera più divertente il solito pinzimonio!

Involtini di pinzimonio

Involtini di pinzimonio

Lavate una zucchina grande, spuntatene le estremità. Con l’aiuto di un pelapatate ricavate delle strisce sottili e tenetele da parte.

Lavate le verdure che volete inserire all’interno dei vostri involtini (io ho usato una carota, un porro, un peperone e del prezzemolo) e ricavatene dei bastoncini sottili.

Preparate ora la salsa che andrà a rendere più cremosi gli involtini (se non vi va potete ometterla!): amalgamate un paio di cucchiai di yogurt magro con un trito di porro (o aglio), buccia di limone e prezzemolo, salate e pepate.

Mettete un velo di salsa su ogni striscia di zucchina, appoggiateci sopra 2-3 bastoncini di verdura e il prezzemolo e richiudete formando un involtino.

Godetevi ora la vostra ora felice!

Caterina

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>