Piccoli passi per un grande cambiamento

pollo all'arancia e semi di papavero
Pollo all’arancia e semi di papavero con verdurine saltate
23 settembre 2015
Risuppa di erbette e pecorino
Risuppa con erbette e pecorino – Bienvenue Automne!
30 settembre 2015
Show all

Piccoli passi per un grande cambiamento

Piccoli passi per un grande cambiamento

Oggi sono Debora del blog VADO DI CORSA, quella che corre e scrive di corsa. Si pensa a me come a una persona sempre in movimento e la cosa mi fa sorridere perché io sono stata e mi sento tutt’ora una persona pigra! Quando lo dico non ci credono, ma è così. Sono passata dal divano alla maratona nel giro di qualche mese.

Corro da poco più di un anno, ma non ho alcun passato sportivo. Ho scoperto la corsa dopo i 40 anni. Ricordo bene l’esatto momento in cui ho deciso veramente che avrei iniziato a correre. Non una delle tante volte in cui mi sono detta mi piacerebbe farlo o prossima settimana inizio (negli ultimi 8 anni è capito spesso).

Ero con un’amica che corre da anni e a un certo punto mi dice che si è iscritta a una gara di 10km. Per chi non pratica, correre per 10km sembra un’impresa titanica. La prima immagine mentale che ho avuto è stata di una fatica estrema e di muscoli doloranti. Poi, come se stessi guardando un video, ho visto il taglio del traguardo e ho pensato a quanta soddisfazione e felicità si doveva provare in quel momento.

Una soddisfazione e una felicità che ripagavano con gli interessi della stanchezza, della fatica e dei muscoli doloranti. Mi è venuta voglia di provare quella soddisfazione e quella felicità così intense. E’ stato quel desiderio che mi ha portato due giorni dopo ai Giardini Indro Montanelli, impacciata, inadeguata, impreparata, ma con quel fermo immagine in mente.

L’idea di provare sensazioni tanto forti mi ha spinto a tornarci anche il giorno dopo nonostante i primi disastrosi risultati e poi ancora e ancora… Oggi quelle sensazioni le provo ogni giorno, quando sento che posso correre un po’ di più, quando vado un po’ più veloce del giorno prima, quando sento meno la stanchezza, quando recupero più rapidamente, quando mi accorgo che mente e corpo lavorano in armonia all’unisono, quando sento che sto meglio fisicamente e psicologicamente.

Oggi di stimoli per andare a correre ne ho così tanti che non devo nemmeno più pensarci, lo faccio e basta.

Anche quando piove, anche quando il tempo è incerto. Tutto quel che serve per accendere un fuoco è una piccola scintilla.

E’ spostando la propria traiettoria di qualche grado che ci si ritrova in un punto completamente diverso rispetto a dove si stava andando.

Volete cambiare qualcosa nella vostra vita? Iniziate introducendo un modesto cambiamento.

Una nuova abitudine.

Desiderate adottare un’alimentazione vegetariana o vegana?

Cominciate cambiando anche solo un pasto della giornata.

Vorreste correre?

Partite con una camminata veloce anche solo di qualche minuto al giorno.

Vorreste dimagrire?

Eliminate una delle abitudini alimentari che vi impedisce di perdere peso.

E’ facendo il primo passo che si arriva in cima alla scalinata.

Debora

www.vadodicorsa.wordpress.com

facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>